Home

Unità Pastorale Mincio: Comunicazione

Carissimi amiche e amici tutti.
La situazione attuale ci rattrista molto perché non possiamo incontrarci e vivere comunitariamente la nostra fede ed il nostro essere chiesa del Signore.
Ciò però non ci impedisce di percorrere personalmente ed in famiglia il nostro cammino di cristiani. Noi crediamo nella forza della preghiera e della comunione fraterna, al di là del vederci e dell'incontrarci personalmente. Noi ogni giorno preghiamo per voi e vi sentiamo in comunione con noi attraverso la vostra preghiera. Sicuramente il Signore Gesù morto e risorto, continua a ricolmarci di grazie e di benedizioni nonostante la situazione strana e anomala che stiamo vivendo.
In riferimento alle norme civili e sanitarie, alle quali la comunità cristiana ha aderito per senso civico e per limitare il contagio, continua la sospensione delle celebrazioni liturgiche e di ogni appuntamento pastorale. Ci sembra però importante ricordare alcuni aspetti e porli all'attenzione di tutti:
1. la nostra fede continua ad essere viva ed alimentata con la preghiera personale e familiare attraverso la lettura della Scrittura e la preghiera del s. Rosario, se possiamo troviamo ogni giorno uno spazio dedicato;
2. sabato e domenica, per evitare che qualcuno abbia ammende giudiziarie, l'Adorazione del Santissimo è sospesa, in quanto potrebbe essere ritenuta una attività non essenziale dalle forze dell'ordine. Se uno viene in paese per altri motivi può passare per la chiesa e pregare;
3. cerchiamo di rimanere in comunione con la chiesa diocesana, seguendo la celebrazione del vescovo domenica 15 marzo, trasmessa sul sito della diocesi, canale Youtube, alle ore 9.30 e vivendo in comunione con le nostre parrocchie domenica 15 marzo alle ore 18, quando i sacerdoti celebreranno la santa messa per tutti a Goito a porte chiuse. La comunione con la comunità parrocchiale sarà più forte se in quell'occasione, nelle nostre case, riflettiamo sulle letture della domenica (sul sito trovate un commento al vangelo);
4. anche se non ci incontriamo fisicamente il Signore risorto è con noi e ci sostiene, ci guida e ci fa crescere alla sua sequela. Questa è la nostra quaresima e la forma penitenziale, che siamo chiamati a vivere in questo anno con fede e con tanta speranza in un avvenire migliore, senza rattristarci e con tanto senso civico.

In comunione di fede e di fraternità auguriamo buona domenica e buona quaresimaa tutti
Don Marco, Don Alessandro, Don Jonathan, Claudio diacono, sr Iride, sr Felicita, sr Atanasia, sr Annamaria.

Goito, 13 marzo2020
Liturgia della settimana
Liturgia del giorno

S5 Box

BgMax